I nutrienti specifici delle carote e del tè verde potrebbero invertire i sintomi dell’Alzheimer

I nutrienti specifici delle carote e del tè verde potrebbero invertire i sintomi dell’Alzheimer.

Secondo un recente studio, alcuni composti nutritivi potrebbero invertire i sintomi dell’Alzheimer.

I ricercatori dell’University of Southern California, hanno recentemente condotto uno studio per determinare il modo in cui la dieta può incidere sulla malattia di Alzheimer. In particolare, hanno analizzato due nutrienti specifici: epigallocatechina-3-gallato (EGCG), presente nel tè verde e l’acido ferulico (FA) delle carote, pomodori, frumento e avena.

Lo studio è stato condotto sui topolini di laboratorio in buona salute e con i sintomi simil-Alzheimer, attraverso un test di valutazione della memoria e della capacità di pensiero. Nel primo test, il ”labirinto a forma di Y”, è stata testata la memoria spaziale dei roditori, comparabile all’abilità umana di cercare la strada per recarsi in ufficio. Secondo i ricercatori, mentre i topolini sani erano in grado di entrare e uscire dal labirinto, quelli con sintomi simil-Alzheimer non riuscivano ad eseguire il percorso di andata e ritorno.

Nella fase successiva, i topolini sono stati raggruppati in modo casuale in quattro gruppi in base alla diversa assunzione dei nutrienti in esame: il primo gruppo ha assunto una miscela di EGCG + FA, il secondo solo ECGC, il terzo solo FA, mentre il quarto gruppo un placebo.

”Dopo tre mesi di terapia combinata c’è stato il completo ripristino della memoria spaziale e i topi simil-Alzheimer hanno assunto un comportamento simile ai topi sani”, afferma l’autore dello studio Terrence Town.

Nonostante i risultati, i ricercatori hanno notato che “molte scoperte condotte sui topi non si verificano nei trattamenti umani”.

I ricercatori ritengono i risultati promettenti, tanto che in futuro alcuni integratori vegetali potranno aiutare nella prevenzione e protezione dalla malattia di Alzheimer.

”Non occorre attendere un periodo di 10-12 anni, affinchè un farmaco per la malattia di Alzheimer arrivi sul mercato, si può iniziare fin da subito a fare prevenzione apportando cambiamenti dietetici che includano tali nutrienti vegetali”.

Fonte: Components in carrots, green tea could reverse Alzheimer’s symptoms, study says

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.