Le bevande zuccherate comportano un rischio maggiore di diabete rispetto ad altri alimenti zuccherati

Le bevande zuccherate aumentano il rischio di diabete di tipo 2 rispetto ad altri alimenti che contengono il fruttosio, uno zucchero molto presente in natura, secondo la revisione pubblicata sul giornale The BMJ. 

I risultati della ricerca scientifica di revisione dei dati  indicano che la frutta e gli alimenti che contengono fruttosio non modificano i livelli di glucosio nel sangue, mentre le bevande zuccherate e alcuni alimenti che forniscono molte calorie ma con pochi nutrienti, se presenti in quantità eccessiva nella dieta possono avere effetti dannosi. ”Questi risultati potrebbero essere importanti per le raccomandazioni sui prodotti che contengono fruttosio nella prevenzione e nella gestione del diabete ” ha affermato il dottore John Sievenpiper, autore principale dello studio e ricercatore presso il Clinical Nutrition and Risk Factor Modification Center of Hospital di San Michele a Toronto, Canada. ”Anche se i dati sono limitati e occorrono ricerche di migliore qualità.”

Molte ricerche e dibattiti nell’ambito scientifico sono focalizzati sul ruolo degli zuccheri nello sviluppo del diabete e delle malattie cardiache. Numerosi studi attualmente dimostrano che il
fruttosio potrebbe essere particolarmente dannoso per la salute. Il fruttosio si trova naturalmente in una vasta gamma di alimenti come la frutta, verdura, succhi di frutta naturali e  miele, molto spesso viene aggiunto negli alimenti e indicato come “zuccheri liberi”, per esempio nelle bevande analcoliche, nei cereali per la colazione, prodotti da forno, dolci e dessert. 

Le attuali linee guida dietetiche raccomandano di ridurre gli zuccheri liberi, in particolare la quantità di fruttosio nelle bevande zuccherate, ma non è chiaro se l’indicazione sulla salute sia riferito agli altri alimenti contenenti fruttosio. 

I ricercatori dell’Università St. Michael di Toronto in Canada, hanno analizzato i risultati di 155 studi che hanno monitorato, per un tempo massimo di 12 settimane, l’effetto di diverse fonti alimentari di fruttosio sui livelli di glucosio nel sangue. Le indagini sono state effettuate valutando quattro parametri, la sostituzione ( il confronto degli zuccheri con altri carboidrati), l’aggiunta ( l’energia degli zuccheri aggiunti alla dieta), la sottrazione ( energia degli zuccheri rimossi dalla dieta)  e il libitum (energia degli zuccheri sostituita liberamente). I test monitorati durante il periodo di osservazione sono stati l’emoglobina glicata o HbA1c ( cioè la quantità di glucosio legata all’emoglobina nei globuli rossi), la glicemia a digiuno e l’insulina a digiuno (cioè la glicemia e i livelli d’ insulina dopo un periodo di digiuno). Gli studi sono stati valutati anche per la certezza delle prove, ”nel complesso non è stato rilevato nessun rischio serio, ma la certezza delle prove era bassa”.

I risultati dimostrano che la maggior parte degli alimenti che contengono lo zucchero fruttosio non hanno un effetto nocivo sui livelli di glicemia nel sangue quando gli alimenti non forniscono calorie in eccesso, tuttavia, in alcuni studi è stato osservato un’ effetto dannoso sull’insulina a digiuno. L’analisi su alcuni  alimenti specifici suggerisce che la frutta e i succhi di frutta, quando non forniscono calorie in eccesso, possono avere effetti benefici sul controllo della glicemia e dell’insulina, specialmente nelle persone con diabete, mentre molti alimenti che aumentano in modo spropositato l’apporto energetico ma sono “poveri di nutrienti”,  come le bevande zuccherate e i succhi di frutta, sembrano avere effetti dannosi.

Secondo i ricercatori, il basso indice glicemico (GI) del fruttosio rispetto ad altri carboidrati e un maggiore contenuto di fibre della frutta, possono aiutare a spiegare il controllo del livello del glucosio nel sangue e il lento rilascio di zuccheri, anche se ci sono alcuni limiti della ricerca dalla piccola dimensione del campione ai brevi periodi di follow-up e una limitata varietà di alimenti in alcuni studi. Tuttavia, i punti di forza sono diversi come la   selezione e la valutazione approfondita della qualità delle prove.  “Fino a quando non saranno disponibili maggiori informazioni, i professionisti della sanità pubblica dovrebbero essere consapevoli degli effetti dannosi del fruttosio sui livelli di glicemia, che sembrano essere mediati dall’energia e dalla fonte di cibo”.

Fonte: Sweetened drinks pose greater diabetes risk than other sugary foods

Rischio diabete da zuccheri in bibite, no da quelli frutta

Le bibite zuccherate (da aranciate a succhi di frutta) come pure altri alimenti scarsamente nutrienti ma pieni di zucchero e quindi molto calorici (dolci, cibo confezionato, snack etc) rappresentano un’elevata fonte di rischio di diabete. Al contrario altri cibi come la frutta o le spremute (senza zuccheri aggiunti), pur contenendo zucchero (fruttosio) non aumentano il rischio di diabete. 

La ricerca condotta da John Sievenpiper del Clinical Nutrition and Risk Factor Modification Centre dell’ospedale St. Michael’s a Toronto è stata realizzata proprio per porre fine ai tanti dubbi in particolare intorno al fruttosio, lo zucchero naturale della frutta, che spesso viene aggiunto in quantità tutt’altro che moderate nel cibo industriale (dai succhi di frutta ai cereali per la prima colazione).

I ricercatori hanno usato una serie di parametri per stimare il rischio di diabete o il controllo della glicemia quando la malattia è presente come la  glicemia a digiuno e l’insulina a digiuno che misurano il livello di zuccheri nel sangue dopo un periodo di digiuno. 

Le bibite e le bevande come i succhi di frutta confezionati (che hanno zuccheri aggiunti) come i  dolci e altro cibo industriale sono deleteri per il controllo glicemico ed il loro consumo si collega ad un’aumentato rischio di diabete, mentre il consumo di frutta appare protettivo contro la malattia ed è risultato collegato a un migliore controllo glicemico.

Fonte: Rischio diabete da zuccheri in bibite, no da quelli frutta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...