Uno studio dell’Università di Washigton, evidenzia un legame tra un minerale essenziale della dieta e la scoliosi

Non si conosce esattamente il perché durante il periodo della pubertà,  il dorso di molti ragazzi comincia a curvarsi, la maggior parte dei bambini in pubertà con diagnosi di scoliosi o con la curvatura della colonna vertebrale non ha fattori di rischio noti. Uno studio che suggerisce l’incapacità dell’organismo di usare bene il manganese, un minerale essenziale della dieta, responsabile di alcuni casi gravi di scoliosi.

I ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università di Washigton a St. Louis, hanno scoperto che i bambini con una grave scoliosi mostravano il doppio della probabilità dei bambini senza malattia di avere una variante genetica che rende difficile l’assimilazione e l’assunzione del manganese nelle cellule, un minerale necessario per lo sviluppo delle ossa e della cartilagine.

”Il nostro studio collega una malattia comune come la scoliosi alla dieta, un fattore potenzialmente modificabile”, afferma l’autore dello studio Christina Gurnett, professoressa di neurologia, chilurgia ortopedica e pediatrica. ”Ma non vogliamo che si cominci ad assumere manganese in modo incontrollato visto che l’eccesso di questo minerale è dannoso.” Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Communications.

Ogni anno vengono diagnosticati circa tre milioni di nuovi casi, la maggior parte di essi hanno intensità bassa e richiedono solo il controllo medico periodico. I bambini che sviluppano una moderata flessione della colonna vertebrale potrebbero avere la necessità d’indossare un tutore posteriore fino alla fine della crescita, in rari casi, in cui la curvatura è molto pronunciata si richiede un’intervento chilurgico per la correzione.

I casi di scoliosi tendono a raggrupparsi in specifici gruppi clinici, in ognuno il meccanismo è complesso e coinvolge diversi insiemi di geni, ognuno con un minimo ruolo nell’aumentare il rischio della malattia. Per identificare tali geni, il gruppo di ricercatori del professore Gurnett in collaborazione con il professore Dobbs, dottore Asa,  Dorothy W. Jones, professore di chilurgia ortopedica e Gabriel Haller, principale autore della ricerca, hanno analizzato a livello molecolare 457 bambini con scoliosi grave e 987 bambini senza malattia.

Una variante del gene SLC39A8 era presente solo nel 6% dei bambini sani e nel 12% con la scoliosi. Una seconda analisi su un gruppo di 1095 bambini sani e 841 con la scoliosi da moderata a grave, ha scoperto che i bambini con la malattia avevano circa il doppio della probabilità di avere la variante.

L’analisi sul modello di zebrafish avente il gene SLC39A8 inattivo ha mostrato uno sviluppo di movimenti e anomalie scheletriche, compreso la curvatura della spina.  Questo gene non è stato molto studiato, ma alcuni risultati indicano un ruolo importante nelle cellule per l’assimilazione del ferro, zinco e manganese e i ricercatori, nell’ultima indagine scientifica hanno scoperto che le cellule umane con la variante genetica inglobavano facilmente il ferro e lo zinco ma non il manganese. I bambini con la variante genetica avevano minori livelli di manganese nel sangue, molto più bassi della variante comune sebbene in entrambi i gruppi il livello di manganese fosse ancora nel range della normalità.

”Il nostro obiettivo durante lo studio genetico della scoliosi è stato d’identificare nuovi elementi che permetteranno il modo di trattare i pazienti”, afferma Gurnett, direttore della Division of Pediatric and Developmental Neurology. ”La scoperta della variante genetica che influenza i livelli di manganese permette di capire se è necessario un trattamento nutrizionale su alcuni bambini a rischio.”

Il manganese è sia un minerale essenziale che una sostanza tossica. Alte dosi possono causare il manganismo, una condizione neurologica permanente, caratterizzata da tremori e difficoltà nel camminare, sintomi psichiatrici come l’aggressività e le allucinazioni. Questo minerale è stato da diverse ricerche collegato alla malattia di Parkinson, alla schizofrenia e all’ipertensione.

La carenza di manganese può essere presente nelle persone con una variabilità individuale, poichè è un minerale richiesto in tracce dall’organismo e ottenuto facilmente dal cibo. Studi sugli animali dimostrano che la mancanza di manganese causa problemi nella metabolizzazione dei grassi, degli zuccheri, compromette la crescita, causa difficoltà nel camminare e la curvatura della colonna vertebrale.

I bambini con la variante genetica non mostravano carenza ma con molta probabilità non riuscivano a utilizzare il minerale con la stessa efficienza degli altri. ”La variante genetica impedisce ai geni di funzionare completamente, semplicemente il sistema non funziona in modo ottimale”, afferma Haller. ”Molte persone hanno bisogno di un certo livello di manganese nel sangue, ma in presenza di questa variante hanno la necessità di una quantità maggiore.”

Qualsiasi supplemento di manganese dovrebbe essere analizzato per evitare il rischio di altre malattie. ”Gli studi iniziali sono stati effettuati con il modello zebrafish aggiungendo manganese alla loro acqua, afferma Gurnett, ”ma occorrono altre indagini sull’uomo per vedere se il trattamento risulti efficace e sicuro.”

Fonte: Scoliosis linked to essential mineral

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...