Disturbo bipolare: una buona dieta può migliorare il trattamento terapeutico

Lo stato d’animo nelle persone con il disturbo bipolare fluttua fra due estremi, ”alto” durante il quale la persona si sente euforica e può avere comportamenti pericolosi e ”basso” caratterizzato da depressione e letargia, spesso il trattamento terapeutico è difficile sia negli stati d’animo ”alti” definiti maniacali che in quelli ”bassi” indicati come depressivi.

Una nuova ricerca presentata al congresso del College Europeo di Neuropsicofarmacologia tenutosi a Barcellona in Spagna, suggerisce che il peso e le abitudini alimentari possono influenzare l’efficacia dei trattamenti per i disturbi bipolari. Gli autori dello studio sostengono che una dieta salutare può aiutare la terapia per gli episodi depressivi, mentre una dieta povera di nutrienti può contribuire ad aumentare l’infiammazione che influisce negativamente sui sintomi.

”La possibilità di confermare i risultati dello studio è molto importante per migliorare i trattamenti terapeutici nelle persone affette da questo disturbo, specialmente nella fase depressiva”, afferma la ricercatrice Ashton dell’Università Deakin di Geelon in Australia, il team di ricercatori australiani ha collaborato con altri istituti di ricerca della Germania, Stati Uniti e Australia.

Ashton e colleghi hanno condotto uno studio clinico reclutando 181 partecipanti di cui 133 con depressione tipica della malattia bipolare, i quali hanno fornito dei dati importanti per definire il risultato finale. Per un periodo di 16 settimane è stato assegnato ai partecipanti uno dei tre tipi di trattamenti: il primo comprendeva  una miscela di nutraceutici o sostanze nutritive in alternativa ai farmaci che possono curare o prevenire le malattie croniche e l’N-acetilcisteina antinfiammatoria (NAC), il secondo solo NAC e il terzo trattamento consisteva in un placebo associato ai farmaci per il disturbo bipolare.

Nella fase iniziale dello studio sono state raccolte delle informazioni che riguardavano il BMI, la depressione e gli esiti positivi della terapia, le stesse misurazioni sono state effettuate ogni giorno durante la sperimentazione e si sono valutati i progressi ogni 4 settimane, compreso il periodo successivo al trattamento dello studio, inoltre sono stati compilati dei questionari che hanno valutato le abitudini alimentari, assegnando punteggi sulla salute delle persone in base al regime dietetico adottato.

Le diete salutari di qualità comprendevano elevate quantità di frutta e verdure, mentre le diete povere si basavano sugli alimenti ricchi di grassi saturi, carboidrati raffinati e un consumo eccessivo di alcol. Ashton e il suo team hanno categorizzato le diete in due gruppi: le migliori sono state indicate come regimi dietetici di alta qualità, ricchi di nutrienti salutistici  e categorizzate come diete anti-infiammatorie e le diete povere di nutrienti indicate come pro-infiammatorie.

”Abbiamo scoperto che le persone che assumevano una dieta di qualità elevata, definita anti-infiammatoria o che avevano un BMI minore, mostravano una risposta migliore al trattamento nutraceutico aggiuntivo rispetto alle diete di bassa qualità che comprendevano alimenti capaci di promuovere l’infiammazione o nelle situazioni di sovrappeso.”

I risultati dello studio verranno replicati in ricerche di maggiori dimensioni in modo da poter consigliare delle misure dietetiche appropriate alle persone con diagnosi di disturbo bipolare. Ashton sottolinea la necessità di ripetere lo studio randomizzato e controllato per via dei risultati esplorativi, visto che la dieta non era l’obiettivo principale che si stava testando con la ricerca. Il risultato è statisticamente significativo ma poichè lo studio non è stato progettato in modo specifico per analizzare gli effetti delle dieta anti-infiammatoria, infiammatoria e la misura del BMI sulla risposta ai farmaci, è necessario replicare con una ricerca più ampia che possa dare conclusioni definitive.”

Fonte: Bipolar disorder: A good diet may boost treatment

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...