La dieta mediterranea promuove i batteri antitumorali del seno

21.jpg

La dieta può influenzare il microbioma non solo dell’intestino ma anche in altre parti del corpo come nel seno femminile con un’influenza elevata che induce protezione pro-tumorale, affermano i ricercatori della Wake Forest School of Medicine a Wiston-Salem negli Stati Uniti, dopo aver confrontato gli effetti della dieta occidentale e mediterranea sui batteri del microbiota e sui composti biologicamente attivi nelle ghiandole mammarie delle scimmie macaco.

Il documento che presto sarà pubblicato sulla rivista Cell Reports, dimostra che la scoperta aprirà la strada alla prevenzione e al trattamento del tumore al seno, una malattia molto comune nelle donne negli USA con circa 125/100.00 di nuovi casi nel 2015.

Recenti studi hanno dimostrato che il tessuto mammario come l’intestino ha uno specifico microbioma o popolazione microbica, altri studi hanno scoperto che nella neoplasia del seno sono più bassi i livelli di Lactobacillus rispetto alle condizioni normali, indicandoli come possibili regolatori negativi della neoplasia del seno.

Il rischio di neoplasia nel tessuto mammario femminile varia con la dieta, un regime alimentare salutare come lo schema dietetico mediterraneo molto ricco di frutta, verdura, noci, legumi, pesce e olio d’oliva riduce il rischio rispetto una dieta occidentale ricca di grassi, alimenti trasformati e zuccheri aggiunti. La dieta, tuttavia ha un’impatto importante sulla diversità dei microbi intestinali ma non è chiaro se sia vero anche sul microbioma del seno. L’autore dello studio Katherine L. Cook, assistente professore alla Wake Forest School of Medicine, afferma ”questo è il motivo per cui ho deciso di testare l’ipotesi della dieta associata alla popolazione del microbiota della ghiandola mammaria.”

Lo studio è stato eseguito sulle scimmie macaco perchè un buon modello per studiare le neoplasie al seno e per controllare la dieta in un lungo periodo, difficile nell’uomo. Per la durata di 31 mesi, 40 femmine di macaco sono state nutrite con una dieta mediterranea o occidentale. I risultati hanno evidenziato nelle scimmie che hanno seguito una dieta mediterranea un’aumento di 10 volte della popolazione di lattobacilli nel tessuto mammario rispetto alle altre alimentate con una dieta occidentale, inoltre presentavano maggiori livelli di metaboliti correlati all’attività batterica, riducendo il rischio di neoplasia al seno.

Gli autori affermano che questi risultati rivelano l’influenza diretta della dieta sul microbioma non intestinale implicato nella salute del seno femminile, sono però necessarie ulteriori ricerche per determinare l’effetto dei batteri e dei loro sottoprodotti metabolici sul rischio di neoplasia.

Il dottore Cook e il suo team continueranno le ricerche iniziate e in futuro gli studi  osserveranno l’innalzamento dei livelli di Lactobacillus sull’impatto sulla salute nel seno e se il consumo d’integratori probiotici a base di lattobacilli e omega 3 aggiunti alla dieta siano capaci di cambiare il microbiota in condizioni normali e in caso di neoplasie, inoltre l’effetto sui metaboliti prodotti e sull’infiammazione.

Fonte: Mediterranean diet promotes anticancer bacteria in the breast

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...