Nutraceuticabioch.: Huel, il futuro del cibo salutare ad alta sostenibilità per il pianeta

Questo prodotto viene indicato come ”carburante umano” perché è un sostituto del pasto, è stato ideato da Julian Hearn e dal nutrizionista James Collier e immesso sul mercato nel 2015.

La compagnia Huel afferma che negli ultimi anni esiste una crisi alimentare poiché le moderne produzioni non sono efficaci ed ecosostenibili e il numero delle persone cresce in modo esponenziale, sono previsti fino a 9 miliardi di persone entro il 2050 e molte saranno sovrappeso e obese.

A differenza di altri sostituti del pasto disponibili, Huel non è destinato alla perdita di  peso ma a una dieta ad alto contenuto di nutrienti e ad alta sostenibilità per tutte quelle persone che non sempre possono consumare un pasto equilibrato da un punto di vista nutrizionale.

Un cibo equilibrato e nutriente che non si compra al supermercato ma può essere acquistato su Internet e viene preparato facilmente a lavoro usando solo acqua.

I clienti che acquistano il prodotto ricevono anche una linea guida di 12 pagine che illustra, attraverso casi studio sulla perdita di peso e sul mantenimento degli obiettivi calorici, come usare il prodotto in polvere due volte al giorno e si raccomanda anche di adottare un contatore di calorie per prendere le giuste decisioni. I prodotti Huel sono disponibili in tre varianti: polvere, muesli e barrette ad alto contenuto proteico, il fondatore della compagnia Huel, Julian Hearn afferma, ” Uso la polvere Huel durante il giorno per la colazione e il pranzo mentre mangio in modo convenzionale la sera.”

Huel viene promosso attraverso diversi slogan:

  •  “Può darci un’alimentazione completa, senza bisogno di pianificare attentamente i pasti;
  • ” Non piu ansia nutrizionale”;
  • ”È semplice e può farci risparmiare tempo. Meno tempo da spendere al supermercato e non bisogna cucinare, perchè è un pasto appetibile preparato solo con acqua”.

Il tempo è l’ostacolo principale delle persone per cucinare un pasto nutriente ed equilibrato e Huel sembra soddisfare questo requisito, ma molti dietologi hanno delle perplessità perchè questo prodotto evita alle persone di cucinare e passare del tempo seduti in convivialità.

A lavoro molto spesso non si ha tempo, non ci sono mense o non si possono riscaldare i cibi quindi, Huel è l’opzione adeguata per un pasto equilibrato.

  • ”Huel riduce lo spreco di cibo”;

La Fao ha stimato che circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, ogni anno viene gettato nella spazzatura. Huel ha la durata di oltre 1 anno e potrebbe ridurre lo spreco alimentare, inoltre è un prodotto conveniente perchè costa 1,61 dollari e apporta 500 Kcal, offre sconti durante l’anno con notevole risparmio rispetto alla spesa media settimanale di 58 dollari per cibo e bevande analcoliche, inoltre permette un consumo di carne minore ed è più salutare.

  • ”Huel è vegano”;

Nel Regno Unito il numero di persone vegane è aumentato del 350% negli ultimi dieci anni, circa il 41% di essi è nella fascia 15-34 anni e solo il 14% è over 65, negli ultimi anni è cresciuto anche l’interesse per l’agricoltura non intensiva. Le diete vegane sono spesso povere di proteine, vitamine del gruppo B e della vitamina D, mentre Huel è ricco di questi nutrienti.

  • ”Huel è sostenibile”;

L’aumento della richiesta di proteine animali non è sostenibile, si stima un’incremento   fino all’80% entro il 2050. La guida Eatwell formulata tenendo conto della sostenibilità dell’amido dei cereali, frutta, verdura prevede la riduzione della domanda di carni e latticini.

Il programma One Planet Food del WWF-UK (2009-12) ha fissato degli obiettivi per ridurre il consumo alimentare di carne nel Regno Unito e relative emissioni di almeno il 25% entro il 2020 e del 70% entro il 2050, rispetto ai livelli del 1990. I ricercatori hanno scoperto che è possibile attraverso accorgimenti sul piano dietetico ridurre a meno del 25% l’emissioni di gas serra, includendo meno carne e prodotti caseari.

Per quanto riguarda gli usi clinici di Huel, James Collie afferma, ”rispetto ad altri prodotti simili garantisce un basso apporto calorico, intorno a 0.8 kcal / ml, quindi potrebbe avere applicazioni cliniche da parte dei dietologi e permettere un controllo preciso delle calorie nei programmi di perdita di peso, anche se non è progettato per questo scopo, inoltre ha un basso indice glicemico pari a 27, capace di controllare l’emoglobina glicata nel diabete 2.

Uno studio d’intervento dietetico su 39 partecipanti obesi ha dimostrato che dopo una settimana con la dieta sostitutiva del pasto, è stato sia controllato l’apporto calorico che il desiderio di mangiare come ricompensa alimentare. Un altro studio di 55 individui obesi ha dimostrato che i prodotti sostitutivi del pasto sono efficaci e sicuri per perdere peso e modificare altri parametri antropometrici.

Una revisione sistematica, del 2011 di sette studi clinici ha indicato l’effetto benefico della sostituzione del pasto in caso di perdita di peso a lungo termine. Huel potrebbe essere utilizzato nei programmi dietetici per portare alla remissione del diabete di tipo 2, attraverso la perdita di peso di almeno 15 Kg nelle persone obese e sovrappeso, come raccomandato dall’orientamento Dyson.

Huel potrebbe inavvertitamente cambiare il marketing degli alimenti perchè il cibo è qualcosa di più di ‘carburante’, bisogna mangiare in modo sano e nutriente ogni giorno, ma spesso non si ha tempo di cucinare e acquistare prodotti. Huel pur essendo una bevanda è capace di sostituire il pasto permettendo di assumere i nutrienti necessari.

James Collier è d’accordo nell’utilizzo esclusivo nei pasti di Huel se la persona non riesce a nutrirsi, “Non ho preoccupazioni per le persone che consumano al 100% Huel
ogni giorno e concordo sull’utilizzo come pasto sostitutivo integrante una dieta sana ed equilibrata. Anche se viene arricchito di fitochimici come licopene, luteina e zeaxantina, non consiglierei di consumare esclusivamente Huel per il resto della vita, unicamente allo scopo di risparmiare tempo e soldi. Il cibo è meraviglioso, dopo tutto!”.

NDH MAGAZINE: ”HUEL: IS THIS THE FUTURE OF FOOD FOR HUMAN HEALTH AND SUSTAINABILITY OF THE PLANET?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...