I composti chimici nel ravanello ”gigante” potrebbero potenzialmente prevenire le malattie cardiache e l’ictus

ravanello gigante

Bisogna mettere da parte carote, cipolle e broccoli, il nuovo ortaggio salutare potrebbe essere un ravanello gigante da record. In uno studio pubblicato sul ACS’ Journal of Agricultural and Food Chemistry, gli scienziati affermano che i composti trovati nel  Sakurajima Daikon o ‘gigante’, una specie di ravanello, possono aiutare a proteggere i vasi sanguigni coronarici e potenzialmente prevenire le malattie cardiache e l’ictus. La scoperta permetterà d’identificare altre verdure simili e nuovi trattamenti farmacologici.

Questo vegetale, coltivato da molti secoli in Giappone è l’ortaggio più grande della Terra. Nel 2003, il  Guinness Book of World Records ha certificato con un peso di 31 Kg, il ravanello più grande del mondo.

I ravanelli sono buone fonti di molecole antiossidanti e secondo lo studio possono ridurre l’ipertensione e la coagulazione del sangue, fattori di rischio cardiovascolare e di ictus. Fino ad oggi nessuna ricerca ha confrontato i benefici di questa specie di vegetale con quella di altri tipologie di ravanello per questo motivo, il ricercatore Katsuko Kajiya e colleghi hanno cercato di scoprire quali sono gli effetti del ravanello ‘gigante’ sulla produzione di ossido nitrico NO, un regolatore chiave della funzionalità dei vasi sanguigni coronarici e per determinare i meccanismi fisiologici coinvolti.

Durante lo studio le cellule endoteliali vascolari umane e animali sono state esposte ad estratti di Sakurajima Daikon e di ravanelli comuni di dimensioni minori, usando la microscopia a fluorescenza e altre tecniche, il team di ricerca ha scoperto che il ravanello ‘gigante’ ha indotto una produzione maggiore di NO rispetto agli altri ravanelli giapponesi e identificato l’ormone vegetale trigonellina che sembra promuovere una serie di cambiamenti a cascata nei vasi sanguigni coronarici con conseguente maggiore produzione di NO.

Fonte: Compounds in ‘monster’ radish could potentially prevent heart disease and stroke

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...