Nutraceuticabioch.: L’uomo che ha venduto l’America alla vitamina D, approfittando degli eventi

vitamina D formula

Michael Holick è un medico endocrinologo di Boston che ha guadagnato oltre un milione di dollari in vitamina D, aumentando le vendite di integratori e latte fortificato, ”quando vado in bici al Sole, non metto mai la crema solare”, scrive nel suo libro che parla della  vitamina D e negli articoli accademici dove sostiene che nel mondo esiste una pandemia da carenza causa di malattie correlate e condizioni sub-ottimali.

Il suo interesse è così ossessivo che si estende fino all’era dei dinosauri, nel libro parla del motivo della morte di questi animali preistorici dopo che un’asteroide è caduto sulla Terra 65 milioni di anni fa, non pensa infatti che l’estinzione di questi animali sia stata la mancanza di cibo ma la sua teoria indica la morte per assenza di luce che rendeva le ossa fragili tanto che spesso si chiede ”questi animali preistorici morirono di osteoporosi e osteomalacia?”.

Il dottore Holick ha attirato l’attenzione di medici e guru del benessere con la pubblicazione di linee guida nazionali per la vitamina D, spingendo così le vendite di supplementi nel 2017 a 936 milioni di dollari con un’aumento di 9 volte rispetto lo scorso decennio, anche la prescrizione dei test è aumentata oltre i 10 milioni di dollari nel 2016 con un’incremento del 54,7% dal 2007 e con un costo sanitario di 365 milioni di dollari.

Per via della quantità elevata di denaro mandato dalle industrie al dottore Holick, fonte di numerose polemiche, pochi americani si sono interessati alla vitamina D.

Un’inchiesta della Kaiser Helath News afferma che il denaro delle vendite è servito per finanziare droga, industria conciaria indoor e molti laboratori commerciali del paese. Holick ha affermato che i finanziamenti nel settore non influenzano i benefici per la salute della vitamina D così il suo lavoro, svolto per molti anni alla Quest Diagnostics che esegue i test dal 1979.

Non c’è dubbio che questo ormone sia importante, una carenza rende le ossa sottili, fragili e deformi causando nei bambini il rachitismo e negli adulti osteomalacia, ”il problema è la quantità di vitamina D ottimale e quella che genera carenza”.

Nel 2010 la prestigiosa National Academy of Medicine ha pubblicato un rapporto di 1132 pagine sulla vitamina D, concludendo che tramite la dieta e la luce solare la maggior parte degli americani riceve la quantità necessaria e consiglia di testare i pazienti ad alto rischio per disturbi legati alla carenza come l’osteoporosi.

L’anno successivo l’Endocrinology Society assume una posizione diversa appoggiando il  dottore Holick e sostenendo che la carenza di vitamina D è molto comune in tutte le fasce d’età, inoltre fare il test è necessario per identificare le persone con bassi livelli, forse più del 50% di tutta la popolazione americana.

Le linee guida sono a favore delle industrie della vitamina D.

Per l’Accademia nazionale di medicina la concentrazione di vitamina D ottimale a livello ematico è > 20 ng/ml e per la Società di Endocrinologia >30 ng/ml. ”Molti laboratori commerciali come Quest e LacCorp hanno adottato lo standard più alto”, afferma il professore Clifford Rosen della Maine Medical Center Research Institute, ”con la soglia più alta circa l’80% degli americani ha una quantità di vitamina D inadeguata”.

I pazienti con bassi livelli di vitamina D assumono spesso supplementi e eseguono il test di controllo dopo alcuni mesi afferma il dottore Alex Krist, vicepresidente dei servizi preventivi in Usa, molti medici ripetono il test una volta all’anno.

Nel 2010 mentre continuavano le polemiche sulla prescrizione del test per la carenza di vitamina D anche quando non era necessario, solo per incrementare il fatturato della Quest Wendy Bost e per altri investimenti, il dottore Holick incoraggiava a fare il test. Molte persone erano preoccupate per il costo elevato ma con la copertura assicurativa era previsto un rimborso.

Nel 2011 venne difeso da molte società industriali e da diversi medici come dal dottore Mehmetoz che descrive la vitamina D come un composto chimico che può evitare le malattie cardiache, cancro, depressione e aiutare a migliorare la perdita di peso e la memoria. Il sito della Oprah Winfrey riportava ”conoscere i livelli di vitamina D può salvarti la vita”, oggi dopo diversi anni Catherine Ross, professore alla Penn State afferma che non è presente un problema diffuso.

Negli ultimi anni, l’entusiasmo medico si è attenuato visto che una serie di ricerche non hanno dimostrato che la vitamina D diminuisce il rischio di cancro, malattie cardiache o il rischio di frattura negli anziani e non ci sono prove sufficienti che indicano la prevenzione di malattie croniche non correlate alle ossa.

Alcuni ricercatori affermano che l’integratore di vitamina D non è una pillola miracolosa, visto che le persone malate che non possono uscire di casa hanno bassi livelli per via della mancanza di esposizione solare, ”la loro malattia spesso causa carenza e non il contrario”, afferma il dottore JoAnn Manson capo della sezione di medicina preventiva a Brigha and Women’s Hospital di Boston, solo le ricerche rigorose che assegnano in modo casuale ad alcuni pazienti la vitamina D e ad altri il placebo, possono fornire le risposte definitive sul legame con la salute.

Molti medici ritengono inutile il test di screening di routine poichè è risultato non  necessario in oltre il 40% dei pazienti testati, nonostante gli sforzi per limitare i test, l’assunzione di supplementi di vitamina D è molto alto, ”E’ molto difficile cambiare le abitudini, la comunità medica non è diversa dal resto del mondo, si deve attendere il passare della moda” afferma Lockwood.

Fonte:

The man who sold America on vitamin D — and profited in the process

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...