Nutraceuticabioch.: Le verdure crucifere proteggono i topi dal cancro del colon

broccoli-vegetable-food-healthy-47347

Lo studio della Francis Crick Institute ha rilevato come i broccoli, il cavolo verza e il cavolo cappuccio aiutino a mantenere un’intestino sano e a proteggere dal cancro del colon. 

I ricercatori hanno dimostrato che una dieta ricca di indolo-3-carbinolo, prodotto dalla digestione dei vegetali del genere Brassica è in grado di prevenire l’infiammazione dell’intestino e il cancro del colon nel modello murino.

Sebbene i benefici per la salute derivati dal consumo di verdure siano già noti, molti dei meccanismi alla base di questo vantaggio non sono stati ancora stabiliti.

La dottoressa Amina Metidji e gli altri ricercatori hanno fornito la prova che l’indolo 3-carbinolo eserciti i suoi benefici attivando il recettore aril-idrocarburo (AhR). Questa proteina innesca le cellule immunitarie ed epiteliali che rivestono l’intestino per proteggere il corpo umano dalla risposta infiammatoria, attivata verso i trilioni di batteri che vivono nell’intestino.

Come riportato nella rivista Immunity, il team di ricercatori ha studiato topi geneticamente modificati che non producevano o non attivavano il recettore aril-idrocarburo (AhR) nel loro intestino e hanno scoperto che le cavie sviluppavano rapidamente risposte infiammatorie che portavano al cancro del colon. Al contrario quando gli animali venivano nutriti con una dieta arricchita di indolo-3- carbinolo, l’infiammazione e il cancro non si sviluppavano, inoltre nei topi con iniziale sviluppo di cancro, la dieta arricchita di verdure del genere Brassica, diminuiva in modo significativo il numero di tumori e riduceva la loro malignità.

”L’effetto della dieta sull’infiammazione intestinale e sul cancro al colon è stato sorprendente. Spesso pensiamo al cancro del colon come una malattia promossa dalla dieta occidentale ricca di grassi e povera di vegetali, i risultati dello studio suggeriscono un meccanismo alla base delle osservazioni” afferma Gitta Stockinger, autore senior dello studio.

Il team ha scoperto che nell’intestino dei topi, il recettore AhR è necessario per la riparazione delle cellule epiteliali danneggiate, senza la proteina le cellule staminali non si differenziano in cellule epiteliali mature che assorbono sostanze nutritive o producono muco protettivo, ma si riproducono in modo incontrollato che può aumentare il rischio di cancro.

”Anche se non si possono alterare i fattori genetici alla base del cancro al colon, si può probabilmente ridurre il rischio seguendo una dieta sana e ricca di verdure”, afferma Stockinger. In futuro il team progetterà ulteriori ricerche usando organoidi umani al fine di testare l’approccio umano. ” Ora che abbiamo dimostrato  nei topi la base del meccanismo, studieremo gli effetti sulle cellule umane e sulle persone, nel frattempo non c’è niente di male ad aumentare il consumo di verdure giornaliere ”.

Fonte:

Cruciferous vegetables found to protect against colon cancer in mice

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...