Nutraceuticabioch.: L’acido folico può prevenire il ritardo del linguaggio dei bambini con madri epilettiche

Le donne incinte con terapia farmacologica per l’epilessia, se assumono integratori di acido folico prima e all’inizio del periodo di gravidanza, riducono il rischio di avere un figlio con problemi di abilità linguistiche, secondo lo studio pubblicato il primo agosto sulla rivista Neurology. 

Le donne che non avevano assunto integratori di acido folico in gravidanza insieme ai farmaci antiepilettici hanno mostrato un’aumento di 4 volte della probabilità di avere un figlio con ritardo delle abilità linguistiche a 18 mesi e un’incremento di cinque volte a 3 anni dalla nascita, i genitori coinvolti nello studio hanno compilato dei questionari sui propri figli all’età di 18 mesi e 3 anni, i risultati hanno evidenziato che:

  • tra i bambini di madri non epilettiche il 18% mostrava a 18 mesi di età, ritardi delle abilità linguistiche, se le madri non avevano assunto integratori di acido folico;
  •  i bambini di madri non epilettiche che avevano assunto integratori di acido folico durante la gravidanza mostravano minori abilità linguistiche a 3 anni dell’11%;
  • il 24% dei bambini di madri con epilessia ha avuto ritardo nelle capacità espressive rispetto al 6% delle madri senza epilessia;
  • tra le madri che assumevano acido folico il 17% dei bambini da madri epilettiche ha avuto un ritardo del linguaggio a 18 mesi rispetto all’11% del gruppo di controllo.

I risultati sono gli stessi dopo l’analisi dei fattori che possono influenzare le abilità linguistiche dal livello d’istruzione dei genitori, fumo, alcol durante la gravidanza e l’età gestazionale.

Husebye, autore dello studio ha osservato che i bambini con ritardo del linguaggio a 18 mesi con madri epilettiche in terapia farmacologica avevano assunto acido folico tardivamente a 6,5 settimane dall’inizio della gravidanza e le madri con bambini esposti ai farmaci per l’epilessia senza ritardi delle abilità cognitive hanno spesso iniziato a integrare acido folico 3 settimane prima del concepimento.

”L’effetto apparentemente protettivo degli integratori di acido folico è sorprendente” afferma Husebye, ” il 50% del rischio di avere difficoltà del linguaggio a 18 mesi potrebbe essere attribuita alla carenza di acido folico nei bambini esposti ai farmaci per l’epilessia, mentre se la madre non è epilettica il rischio per il bambino è del 6% non assumendo integratori”.

Il periodo critico per prevenire nei bambini i ritardi del linguaggio è 4 settimane prima del concepimento fino alla fine del primo trimestre, una limitazione dello studio è stata l’abilità linguistica che veniva valutata dai genitori e non dai ricercatori.

Folic acid may prevent language delays in children of mothers with epilepsy

Incinta con epilessia? L’acido folico può prevenire i ritardi del linguaggio nel bambino

Lo studio è stato condotto in Norvegia dove gli alimenti devono essere supplementati con acido folico, gli integratori di acido folico sono raccomandati nelle donne incinte negli Usa.

”La ricerca è molto importante perché i farmaci antiepilettici metabolizzano l’acido folico, per cui si cerca di capire quando supplementare questa vitamina nelle donne con epilessia per apportare benefici ai loro figli” afferma Husebye dell’Università di Bergen in Norvegia.

Lo studio ha coinvolto 335 bambini di madri con epilessia che assumevano farmaci durante la gravidanza e 104.222 bambini di madri senza epilessia, assumere questi farmaci per l’epilessia è pericoloso, perchè danneggiano il feto e portano danni alla madre.

PREGNANT WITH EPILEPSY? FOLIC ACID MAY PREVENT LANGUAGE DELAYS FOR BABY

L’acido folico può prevenire ritardi del linguaggio nei bambini di madri con epilessia

I farmaci antiepilettici assunti dalla madre possono causare uno sviluppo ritardato che include le abilità linguistiche e il linguaggio dei bambini, integrare a acido folico in gravidanza può dare protezione significativa contro l’effetto di questi farmaci.

L’epilessia è una malattia neurologica dove la persona soffre di una o più crisi apparentemente non provocate nell’arco delle 24 ore.

In Norvegia non sono obbligatori gli alimenti fortificati con acido folico a differenza degli USA, anche se negli Stati Uniti esistono alimenti arricchiti di acido folico si raccomandano gli integratori in gravidanza.

Lo studio mirava a osservare se i farmaci antiepilettici assunti dalla madre in gravidanza avessero degli effetti sulle abilità linguistiche del bambino e come l’assunzione di supplementi di acido folico avesse in questi casi, una protezione sul feto.

Folic Acid can Prevent Language Delays in Children of Mothers With Epilepsy

Letture consigliate:

Folate May Limit Language Delays in Kids of Epileptic Women

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...