Nutraceuticabioch.: L’uso del ventilatore può aumentare i sintomi del raffreddore da fieno

In Gran Bretagna come in Italia, in questi giorni di fine mese di luglio e inizio di agosto fa molto caldo e le temperature possono sfiorare i 34 gradi, per refrigerarsi e dormire la notte molte persone utilizzano i ventilatori ma sul giornale britannico Sleep Adivisor, il dottore Mark Reddick, spiega che durante le ore notturne l’uso di questi dispositivi può essere dannoso per la salute.

Perché i ventilatori non devono essere usati?

I ventilatori hanno la caratteristica di spostare masse d’aria nella stanza e di portare nella circolazione allergeni e pollini che causano reazioni allergiche con diversi gradi di irritazioni e secchezza della pelle.

La corrente d’aria che si forma durante la notte causa indolenzimento e tensioni muscolari, molte persone si svegliano al mattino con il torcicollo se hanno tenuto acceso il ventilatore per tutta la notte ma spesso si previene usando lozioni che mantengono idratata la pelle.

In Gran Bretagna non si sconsiglia l’utilizzo dei ventilatori ma si suggerisce per usarli al meglio, di tenere gli ambienti chiusi in modo da far circolare l’aria e mantenere la stanza fresca, un fattore positivo è la produzione di rumore bianco che concilia il sonno in alcune persone, nascondendo i rumori ambientali come un partner che russa.

Un fattore negativo che può sconsigliare l’uso dei ventilatori è la circolazione nell’ambiente insieme all’aria di pollini, polvere e altri allergeni che possono provocare asma, secchezza oculare, raffreddore da fieno e altre allergie, se la persona è suscettibile e predisposta il ventilatore può scatenare un’attacco d’asma.

Con il caldo di questi giorni i medici britannici consigliano di tenere tende e finestre chiuse, usare tendaggio di colore chiaro, materiale riflettente sui lati della finestra, prima di dormire una doccia rinfrescante, bere molta acqua fredda in modo da garantire un sonno confortevole e fresco, indumenti larghi di cotone e dormire in una stanza completamente buia in modo da conciliare il sonno, sono sconsigliati gli alcolici e le bevande ricche di caffeina che possono alterare il ritmo sonno-veglia.

Fonte:

Using a fan to cool down can worsen allergies like hayfever

Dormire con un ventilatore durante l’ondata di caldo fa veramente male?

Con questo caldo la camera da letto sembra il Sahara, fa cosi’ caldo che in pochi minuti ti inzuppi di sudore anche se dormi senza pigiama e ti chiedi se domani andrai a lavoro con gli occhi chiusi per aver passato la notte insonne.

Non sorprende che l’ondata di caldo abbia aumentato la vendita di ventilatori che rappresentano un modo semplice e rapido per riposarsi durante la settimana, ma alcuni esperti di salute indicano che questi dispositivi fanno più male che bene se lasciati accesi durante la notte perché portano secchezza della pelle, irritazione della gola e degli occhi e fanno circolare polvere e pollini che causano allergie, afferma Ebrahim Irshood direttore medico del London Sleep Center.

Asthama Uk, afferma che gli escrementi di acari nella polvere scatenano allergia, visto che la polvere può aderire a qualsiasi superficie ed è facile che si diffonda nell’ambiente con la circolazione dell’aria provocata dai ventilatori e peggiorino i sintomi d’asma.

Il dottore Ebrahim, afferma che l’idratazione di 2 litri di acqua al giorno e l’uso dell’aspirapolvere per rimuovere la polvere permettono di usare il ventilatore senza nessun problema per la salute e per il sonno, ripulire le lame della ventola della polvere e dagli allergeni permette di dormire tranquillamente senza scatenare episodi di allergia.

L’estate rende difficile il sonno per gli asmatici e per chi ha raffreddore da fieno specie se si dorme con la finestra aperta o con un ventilatore acceso.

Anna Malambo portavoce di Feel Good Contacts, afferma che i nostri occhi sono esposti all’aria secca che circola dai ventilatori mentre dormiamo, si asciugano e diventano rossi e a volte gonfi.

L’uso del ventilatore ha effetti positivi perchè permette la circolazione dell’aria e produce rumore bianco che favorisce il sonno, inoltre alcune persone lo preferiscono al condizionatore che produce aria fredda.

Le persone che soffrono di allergie devono attrezzarsi per minimizzare l’effetto della polvere o di allergeni pollinici, i medici consigliano di usare il collirio che mantiene gli occhi idratati prima di andare a dormire se si pensa di mantenere la ventola accesa, specie se si soffre di stanchezza oculare o di cambiamenti ormonali.

Con il Sole che tramonta nel Regno Unito alle 2200 è facile mangiare troppo tardi per cui si deve evitare di andare a dormire a stomaco pieno, l’opzione è un pasto leggero.

L’ambiente del sonno deve essere buio per cui si devono utilizzare tende oscuranti, farmaci per l’insonnia e bere 8 bicchieri d’acqua al giorno dal mattino, per evitare la disidratazione di notte per la sudorazione eccessiva.

Fonte:

Is sleeping with a fan on during the heatwave actually bad for you?

Letture consigliate :

Ventilatore in camera da letto solo ‘a tempo’, riaccende allergie

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...