Nutraceuticabioch.:Alimenti comuni causano picchi glicemici anche nelle persone non diabetiche

Uno studio recente della Stanford University analizza nelle persone sane gli effetti di vari alimenti sul picco glicemico e sulla glicemia.

Il diabete è una malattia molto comune e in costante crescita; lo status di pre-diabete con la glicemia nel sangue inferiore alla soglia limite, aumenta di circa il 70% il rischio di sviluppare diabete. Le analisi della glicemia a digiuno e dell’emoglobina glicata che indica il livello glicemico medio degli ultimi 3 mesi, non sono in grado di misurare la disregolazione del glucosio caratterizzata da cambiamenti del livello della glicemia nell’arco della giornata e influenzata dai pasti, attività fisica, ormoni, stato di salute e altri elementi. Lo studio pubblicato sul giornale americano Plos Biology, dimostra che le persone sane che non hanno il diabete, dovrebbero comunque fare attenzione ai livelli degli zuccheri nel sangue.

Monitoraggio continuo dei cambiamenti di glicemia

Le fluttuazioni della glicemia sono molto ampie durante l’arco della giornata e a volte raggiungono i livelli dello stato diabetico. I ricercatori hanno monitorato in modo continuo, il glucosio di 57 partecipanti sani non diabetici per 2 settimane, mostrando ampie variazioni e picchi glicemici non previsti. L’analisi dei risultati sulla variazione della glicemia nelle 2-4 ore dopo il pasto e della frequenza dei picchi glicemici suddivisi in basso, moderato e elevato hanno rilevato la variabilità glicemica fino al 15% del tempo di monitoraggio continuo in condizioni pre-diabetiche e del 2% del tempo ai livelli diabetici.

L’analisi della glicemia dopo lo stesso pasto in 30 partecipanti del gruppo iniziale è stato condotto fornendo 3 comuni colazioni a base di latte e corn flakes, pane con burro di arachidi e una barretta nutrizionale, con sorpresa si è osservata una risposta glicemica diversa in ogni individuo essendo l’assimilazione del pasto unica per ogni persona. I fiocchi di mais in quasi tutti i partecipanti hanno causato picchi glicemici elevati, influenzando le fluttuazioni e aumentando la glicemia nel range pre-diabetico mentre con le altre colazioni ricche di proteine e cibi grassi i cambiamenti glucidici sono stati minori.

Occorrono altre indagini scientifiche sulla disregolazione del glucosio

I ricercatori, dall’analisi dei dati hanno osservato che i fiocchi di mais provocavano picchi glicemici diversi tra loro, influenzati da diversi fattori che regolano l’espressione dei geni e l’attività del pancreas, fegato e del microbiota intestinale, in futuro si useranno modelli per prevedere l’influenza degli alimenti in ogni persona in modo da gestire i picchi glicemici e l’azione sulla glicemia che servirà a prevenire e curare il diabete.

Common foods found to cause large glucose spikes in healthy people

Diabetic-level glucose spikes seen in healthy people

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...