Nutraceuticabioch.: Lo studio sulla frutta a guscio e la migliore qualità dello sperma

Un nuovo studio ha dimostrato che l’aggiunta di noci alla dieta quotidiana potrebbe migliorare in modo significativo la qualità e la funzionalità dello sperma umano.

Le noci fanno parte della dieta mediterranea, il migliore regime alimentare per la salute del cuore, della circolazione sanguigna e di altri organi, la ricerca chiamata ”Effetto del consumo della frutta a guscio sulla qualità e funzionalità dello sperma nei maschi sani, uno studio controllato e randomizzato” è stato presentato alla 34° riunione della Società Europea della riproduzione umana e di embriologia ESHRE a Barcellona dal dottore Salas-Huetos dell’Unità di nutrizione umana dell’Universitat Rovira i Virgil a Reus in Spagna.

I ricercatori della ricerca evidenziano che esiste un ruolo benefico del consumo di frutta a guscio sulla qualità dello sperma e che noci, nocciole e mandorle dovrebbero essere raccomandate nella dieta maschile.

Nello studio randomizzato si sono misurati i parametri scientifici spermatici sui partecipanti per 14 settimane, i ricercatori affermano che negli ultimi tempi è diminuita la qualità dello sperma maschile e i fattori responsabili sono principalmente l’inquinamento, il fumo e la dieta occidentale, la fase successiva della ricerca ha esaminato gli effetti sullo sperma della dieta integrata con frutti a guscio e i possibili benefici sulla salute.

I partecipanti della ricerca erano 118 giovani uomini in buona salute con età compresa fra i 18-35 anni, divisi casualmente in due gruppi, sottoposti entrambi allo stesso regime dietetico ma nel gruppo due d’intervento è stato integrato 60 grammi di noci, nocciole e mandorle mentre nel gruppo 1 di controllo la dieta prevedeva di evitare completamente la frutta secca.

I test di analisi sono stati condotti all’inizio e alla fine dello studio, analizzando nello sperma e nei campioni di sangue il numero, la morfologia e il livello di frammentazione del DNA degli spermatozoi.

I risultati hanno rilevato nello sperma del gruppo dei partecipanti che seguivano la dieta integrata con frutta a guscio, un miglioramento della conta del 16%,  della forma dell’ 1%, della vitalità del 4% e la frammentazione del DNA era ridotta, questi fattori sono tutti associati alla fertilità maschile e la riduzione della frammentazione del DNA spermatico è stata la ragione principale del miglioramento dei parametri analizzati.

I nutrienti contenuti nella frutta a guscio come gli acidi grassi omega 3, l’acido folico e gli antiossidanti (vitamina C, E, zinco e selenio) sono tutti responsabili della qualità dello sperma e hanno migliorato la frammentazione del DNA spermatico e quindi la conta, la vitalità, la forma e la motilità.

Secondo il dottore Salas- Huetos responsabile della ricerca, uno dei limiti dello studio è stato l’inclusione di maschi sani con fertilità normale per cui c’è la necessità di seguire un numero più ampio di partecipanti considerando anche gli uomini con fertilità ridotta per essere sicuri degli effetti benefici della frutta a guscio sulla fertilità e rendere utile la ricerca includendo nella dieta noci, nocciole e mandorle in modo da apportare anche benefici alla salute generale.

Secondo l’OSM la concentrazione spermatica normale per la fertilità maschile è >15 milioni/ml di seme con una motilità progressiva del 32% o maggiore, una vitalità del 58% e una morfologia normale del 4% o superiore, questo studio è stato finanziato dal Consiglio internazionale Nut and Dried food e presto sarà pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Nuts can improve sperm quality finds study

Effetto del consumo della frutta a guscio sulla qualità e funzionalità dello sperma in maschi sani

La qualità dello sperma umano è minore nei paesi industrializzati per via dell’inquinamento, fumo e tendenza verso una dieta occidentale.

Sebbene la dieta sia importante per la riproduzione umana, le raccomandazioni dietetiche si concentrano sulla salute riproduttiva della donna con minore attenzione per gli uomini.

Siccome la frutta a guscio ha molte sostanze nutritive che vengono coinvolte nella fertilità maschile, i ricercatori credono che il consumo di noci, nocciole e mandorle in una dieta di tipo occidentale migliorerebbe la qualità e la funzionalità spermatica, lo scopo dello studio è quindi valutare l’effetto del consumo di frutta a guscio sulla qualità dello sperma.

La ricerca è stata condotta su uomini sani di età compresa fra i 18-35 anni, mediante uno studio di coorte di 14 settimane, su 118 partecipanti che sono stati assegnati in modo casuale a uno dei due gruppi, 69 individui nel gruppo 1 di controllo e gli altri nel gruppo d’intervento.

I criteri di esclusione sono stati il consumo frequente di frutta a guscio o una storia di allergia, uso di steroli vegetali, integratori di olio di pesce, supplementi multi vitaminici, vitamina E e di altri integratori antiossidanti, disturbi riproduttivi, vasectomia, fumatori, assunzione di antiossidanti o di farmaci per malattie croniche e uso di droghe.

Nel gruppo 2 d’intervento la dieta abituale era integrata con 60 grammi di una miscela di noci, nocciole e mandorle, il gruppo 1 di controllo assumeva una dieta abituale evitando di consumare frutta a guscio, all’inizio e alla fine dello studio sono stati raccolti campioni di sangue e di sperma per la valutazione della qualità spermatica, il prelievo del campione del seme ha richiesto 3 giorni di astinenza e un’analisi entro 60 minuti con aliquote man mano congelate a -196° C fino al momento dell’indagine.

Lo studio finanziato da INC Fondazione del Consiglio Internazionale di frutta secca, http://www.nutfruit.org, è una ricerca randomizzata d’intervento dietetico su due gruppi con valutazione dei risultati in cieco e misure di controllo secondarie sui campioni spermatici iniziali e a fine periodo d’analisi che includono altri parametri seminali convenzionali, del profilo lipidico, glicemia, concentrazione d’insulina, acido folico, acido alfa-linolenico sul siero, frammentazione del DNA spermatico, valutazione dello Sperm ROS, profilo dell’espressione sperm mi RNA, metilazione del DNA dello spermatozoo e stabilità del cromosoma dello sperma.

Effect of nut consumption on semen quality and functionality in healthy males

Una dieta ricca di frutta a guscio migliora il numero di spermatozoi e la motilità

Una dieta ricca di frutta a guscio migliora il numero di spermatozoi e la motilità, associati all’aumento della fertilità maschile e spiegati dalla riduzione della frammentazione del DNA spermatico, i risultati riflettono la necessità di nuove ricerche per fornire le raccomandazioni dietetiche specifiche.

I soggetti randomizzati al gruppo con dieta integrata con 60 grammi di frutta a guscio, mostravano dei miglioramenti sulla conta degli spermatozoi, sulla vitalità, motilità e morfologia spermatica, riconducibili anche a studi precedenti che consideravano le diete ricche di omega 3, vitamina C, E, selenio, zinco e folati, associati da sempre alla fertilità maschile.

L’aspetto importante dello studio spagnolo è stato quello di sottolineare la ricchezza della frutta a guscio di questi nutrienti fitochimici e il legame con la fertilità maschile.

Nella ricerca, la registrazione dei cambiamenti molecolari in molti caratteri genetici, ha mostrato come la frammentazione del DNA spermatico possa ridurre i parametri spermatici e portare ad una minore qualità dello sperma.

Anche se i risultati mostrano un’alto livello di evidenzia scientifica, i soggetti dello studio  erano tutti uomini sani e apparentemente fertili che seguivano un regime alimentare occidentale, quindi i risultati non possono essere estesi alla popolazione generale.

Il dottore Salas- Huetos responsabile dello studio afferma che non si può pensare di concepire una vita sia naturalmente che con concepimento in vitro, basandosi solo sui risultati di questo studio, ma cambiare lo stile di vita verso un modello salutare e adottare un regime alimentare sano potrebbe aiutare il concepimento.

Negli ultimi tempi ci sono molte polemiche sulla minore conta spermatica nei paesi sviluppati e su come si è provveduto a prendere delle misure preventive sulla diminuzione della fertilità maschile, la metanalisi dello scorso anno sui dati dei risultati di campioni spermatici di 40. 000 uomini di 244 studi non selezionati in base alla fertilità del Nord America, Europa, Australia e Nuova Zelanda, ha mostrato una diminuzione della concentrazione degli spermatozio dell’ 1,4% e della conta totale dell’ 1,6%.

L’OSM elenca nell’ultimo manuale del 2010,  i quattro parametri della qualità dello sperma, quali la concentrazione che non dovrebbe essere inferiore a 15 milioni /ml di seme, la motilità progressiva minimo al 32%, la vitalità minima al 58% e la morfologia minimo al 4%.

Le analisi a livello molecolare considerano l’integrità di ogni spermatozoo per la fecondazione, se il DNA viene danneggiato o frammentato perde la capacità di fecondare la cellula uovo e di far sviluppare l’embrione, la frammentazione del DNA è dovuto allo SO da fattori ambientali o dallo stile di vita e viene analizzato attraverso dei test.

A diet rich in nuts improves sperm count and motility

Letture consiglate:

Dieta ricca di noci migliora qualità e quantità dello sperma umano

Fertilità maschile: una nuova ricerca in Spagna sul consumo di noci, nocciole e mandorle

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...