Nutraceuticabioch.: Rasam un’alimento funzionale tradizionale dell’India meridionale.

 Gli alimenti funzionali sono definiti come alimenti che hanno una funzione aggiuntiva spesso correlata alla protezione della salute o alla prevenzione di malattie aggiungendo nuovi ingredienti o dagli ingredienti esistenti, in genere sono definiti componenti bioattivi funzionali i probiotici e i prebiotici, la fibra sintetica, gli acidi grassi omega 3, l’acido linolenico coniugato, gli antiossidanti vegetali, le vitamine e i minerali, i fosfolipidi e alcune proteine, peptidi e aminoacidi.

Le abitudini tradizionali alimentari di ogni specifica regione dell’India sono principalmente una componente della cultura del luogo, l’effetto curativo del cibo è una credenza consolidata da molte generazioni nella popolazione indiana e negli anni è aumentato l’interesse per gli alimenti della dieta indiana perché ricchi di fibre alimentari presenti nei cereali integrali e nelle verdure, antiossidanti della frutta e verdura e probiotici dei prodotti fermentati che svolgono effetti fisiologici benefici salutari riportando che il rischio di malattie cardiovascolari, malattie metaboliche, malattie neurodegenerative e cancro negli adulti indiani è 4,4 volte inferiore alla stessa fascia di età negli Stati Uniti.
Il Rasam è una zuppa di spezie tradizionale dell’India meridionale che viene consumata quotidianamente molto popolare contiene olio di sesamo, curcuma, pomodoro, peperoncino, pepe, aglio, cumino, foglie di curry, senape, coriandolo, assafetida, sale marino e acqua, viene tradizionalmente preparato usando succo di tamarindo come base e principalmente viene usato per condire il riso o come zuppa piccante, l’intensità del flavour delle spezie lo rende unico nel gusto e sapore.

Zuppa Rasam tipica dell'India meridionale

Nel Sud dell’India la zuppa Rasam viene considerato ad azione antipiretica contro l’influenza e la febbre ma viene anche usato per il raffreddore e la diarrea, inoltre il consumo di Rasam ogni giorno ha dimostrato una significativa diminuzione della glicemia nel sangue e la presenza di spirulina alga blu-verde che viene spesso aggiunto alle zuppe può influenzare il profilo del ferro in pazienti anemici quale emoglobina, ferro sierico, saturazione della transferrina, ferritina sierica, nelle madri in lattazione favorisce la secrezione di latte e l’attività antimicrobica contro lo Strafilococco aureus, Pseudomonas aeruginosa, Bacillus subtilis, Klebsiella Pneumoniae ed Escherichia coli, effetto lassativo e miglioramento della salute in generale in caso di gravi ustioni e morbilità poiché rappresenta un pasto a basso contenuto calorico.

INGREDIENTI DEL RASAM.

TAMARINDO: la polpa del frutto tamarindo è commestibile di sapore dolce -acido e ricco di amminoacidi essenziali ad eccezione del triptofano e viene usato per insaporire zuppe e bevande, il frutto viene usato in tutto il sud-est asiatico in caso di febbre e come lassativo grazie alle sue elevate quantità di acido malico, acido tartarico e bitartrato di potassio, la polpa di frutta di tamarindo ha effetto digestivo, di tonico epatico, antinfiammatorio, cicatrizzante, antiossidante perché ricco di alcaloidi, glicosidi, saponine, sesquiterpeni, flavonoidi e tannini.

CURCUMA: è stato dimostrato che la curcuma possiede proprietà antiossidanti, epatoprotettive, antinfiammatorie, anticancerogene e antimicrobiche oltre all’uso nelle malattie cardiovascolari con azione antiangiogenica, antitrombotica e azione antidiabetica e di protezione gastrointestinale.
La curcuma è una polvere che viene ottenuta da macinazione dei rizomi bolliti e essiccati della pianta Curcuma longa e viene aggiunta alle pietanze in preparazione, i componenti più importanti sono i CURCUMINOIDI una classe di composti che comprendono la curcumina che è da sempre studiato per le sue proprietà antiossidanti, si trova al 3,14% in media nella curcuma in polvere e rende la spezia un potente antiossidante naturale poi la demetossicurcumina, la bisdemetossicurcumina, oli volatili come il turmerone, atlantone, zuccheri, proteine e resine.

POMODORO
Il pomodoro contiene beta-carotene del gruppo chimico dei terpenoidi, studi sull’integrazione di questo composto da pomodoro o da integratori non sembra ridurre il rischio di tumori come del pancreas e del colon-retto.
Un altro componente del pomodoro è il licopene un pigmento carotenoide rosso brillante che come integratore o da pomodoro alimentare è stato testato per malattie cardiovascolari e cancro ma con prove inconclusive.

PEPERONCINO
Il peperoncino ha dimostrato proprietà antiossidanti, aflatossigene e antitumorali perché contiene la capsaicina che viene usato come analgesico in pomate e spray nasali e viene usato per ridurre i sintomi della neuropatia periferica, il colore della polvere di peperoncino è dovuto alla presenza di carotenoidi rosso pigmentanti come la capsantina, capsorubina, zeaxantina e criptoxantina.

CUMINO
Il cumino è usato nella cucina di colture diverse come nella polvere del curry, nelle zuppe, stufati, salumi, formaggi e sottaceti e nella medicina tradizionale Siddha in India meridionale.
I semi di cumino sono usati a scopo medico poiché molti studi dimostrano che questa spezia ha molte funzioni fisiologiche come l’attività ipoglicemizzante, ipolipidica, risorsa di ferro, chemioprotettiva, antimicrobico, antiossidante e inibitore della tirosinasi, il sapore caratteristico è dovuto al contenuto di oli essenziali che contengono cuminaldeide, cimene, alcol cuminico e terpenoidi.

FOGLIE DI CORIANDOLO
Le foglie di coriandolo tritate sono usati nei contorni di molti piatti indiani hanno attività antiossidante , antiaggregante, facilitano la diuresi e migliorano la digestione.

ASSAFETIDA
L’assafetida contiene resine, gomme e oli volatili viene usato perché ha azione antiflautulenza, antimicrobica e per trattare il dolore, asma e bronchite.

SENAPE NERA
La senape nera in molti studi su animali ha mostrato un’effetto ipoglicemizzante e miglioramento della insulinemia.

FOGLIE DI CURRY
Queste foglie sono molto usati nei piatti indiani, Sri Lanka e paesi limitrofi perché aromatiche leggermente amaro -acido dopo la cottura, stimolano la digestione e sono un buon rimedio per la nausea e l’indigestione inoltre hanno attività epatoprotettivo, antimicrobico, antinfiammatorio, cardioprotettivo e antipiretico.
Le foglie di curry contengono molti alcaloidi carbazolici, la luteina, l’alfa-tocoferoli e il carotene, l’acido nicotinico, la vitamina C e minerali come calcio, fosforo e ferro.

OLIO DI SESAMO INDIANO
L’olio di sesamo indiano è ottenuto da semi di sesamo tostati per cui appare di colore dorato, risulta essere molto ricco di acidi grassi come l’acido linoleico, acido oleico, acido palmitico e acido stearico e viene usato per i massaggi nella medicina ayurvedica e siddha perché si ritiene che riduca la temperatura del corpo.

PEPE NERO
Il pepe nero viene usato per il suo potenziale antiossidante, per la sua azione anti-obesità, azione gastroprotettiva, azione antitumorale e antimicrobica, il principale componente bioattivo di cui non si conosce il meccanismo d’azione è la piperina che insieme al suo isomero chavicina danno il sapore pungente, questo composto aumenta l’assorbimento di selenio, vitamina b-12 , beta carotene e di curcumina e aumenta la biodisponibilità anche di altri composti e farmaci.

AGLIO
Gli spicchi d’aglio hanno un sapore e odore pungente che favoriscono l’aroma dei cibi che insaporiscono , l’aglio crudo o cotto contiene composti organo solfurici come allicina, ajoene , diallilpolisolfuro, S-allilcisteina ma anche saponine, flavonoidi e prodotti della reazione di Maillard, il principale composto bioattivo è l’allicina che nella pianta in crescita dell’aglio serve principalmente come difesa da parassiti ma con la cottura risulta molto instabile evolvendo in altri composti come il diallisolfuro, l’ajoene è stato osservato essere un’agente antileucemico perché agisce sul sistema immunitario bloccando l’attività delle integrine virali.
L’aglio viene usato nella medicina per l’azione antisettica e perché evita l’aggregazione delle piastrine del sangue inoltre è stato dimostrato che riduce la pressione arteriosa, la concentrazione di glucosio e il rischio di aterosclerosi inoltre possiede anche un’azione antimicrobica, anticancro, epatoprotettiva e effetto antiossidante.

A Comprehensive Review on Rasam: A South Indian Traditional Functional Food

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...